ACCORDO OPERATIVO TRA LE IMPRESE PORTUALI E L’INTERPORTO ALPE ADRIA DI CERVIGNANO

E’ stato sottoscritto in quel di Cervignano del Friuli un accordo di collaborazione tra l’Impresa portuale Porto Nogaro S.r.l., l’Impresa portuale F.lli Midolini S.p.a., la Compagnia portuale di Monfalcone S.r.l. e l’Interporto “Alpe Adria” di Cervignano.

Il memorandum d’intesa è stato siglato dal Presidente dell’Impresa portuale Porto Nogaro - Ernesto Milan -, dal Presidente dell’Impresa Portuale Midolini S.p.a. – Alessandro Midolini -, dal Presidente della Compagnia Portuale di Monfalcone – Franco Romano – e dal Presidente dell’Interporto di Cervignano – Angelo Sandri -.

All’incontro per il perfezionamento dell’importante accordo erano presenti tra gli altri anche il direttore amministrativo dell’Interporto Aldo Scagnol, il direttore amministrativo del Consorzio Aussa Corno Vincenzo Cani, il rag. Giuseppe Ancona, di Idealogistica Srl; Marco Peruzzi, per Friultrans Spa.

In base all’accordo sottoscritto le imprese portuali si impegnano ad operare fattivamente al fine di gettare le basi – insieme all’Interporto di Cervignano – per la creazione di una piattaforma logistica integrata a servizio del traffico merci da e per la nostra Regione.

In particolare le imprese portuali di Monfalcone e di Porto Nogaro riconoscono l’Interporto di Cervignano quale punto di riferimento privilegiato nei confronti dell’accesso alla rete ferroviaria nazionale, per l’ottenimento delle condizioni di miglior favore necessarie ad un maggior sviluppo del traffico tramite ferrovia, così come da più parti auspicato.

L’Interporto Alpe Adria dal canto suo si impegna a fornire alle imprese portuali di Monfalcone e Porto Nogaro ogni informazione utile ed ogni assistenza sulla realtà dell’Interporto di Cervignano. In tale contesto potranno essere organizzate occasioni di incontro, seminari informativi, riunioni e quant’altro si riterrà utile e necassario per sviluppare i servizi dell’Interporto a favore di Porto Nogaro e del Porto di Monfalcone.

In particolare la Società di Gestione dell’Interporto di Cervignano si impegna anche a ricercare, assieme alle altre parti, ogni condizione di particolare favore tariffario per le merci gravitanti sui due porti, al fine di incentivare l’utilizzo dell’Interporto di Cervignano.

Con l’accordo che è stato sottoscritto le parti intervenute si sono impegnate a “fare sistema”, sviluppando quindi una più stretta collaborazione per accrescere la cooperazione tra l’Interporto di Cervignano ed i porti di Monfalcone e Porto Nogaro.

L’obiettivo è quello di ottimizzare i trasporti e poter così offrire al mercato internazionale servizi e tariffe sempre più interessanti e competitive.

E’ un primo tentativo di sviluppare un ragionamento comune per poter creare quella che può essere definita un’unica piattaforma logistica regionale, di cui l’Interporto di Cervignano, non solo per considerazioni meramente geografiche, può essere definito il centro.

Concetto questo che ha recentemente ribadito con molta chiarezza anche lo stesso Assessore regionale ai trasporti – avv. Franco Franzutti -, quando – in occasione di un incontro pubblico – ha inteso ribadire la validità delle scelte fatte da parte dell’Amministrazione regionale del Friuli Venezia Giulia nell’individuare l’Interporto “Alpe Adria” di Cervignano quale centro della intermodalità e fulcro della piattaforma logistica regionale. Una volontà che è stata ripresa non solo nei documenti di programma della Regione, ma anche in quelli statali, che individuano e inseriscono l’Interporto di Cervignano nella rete nazionale dei trasporti.